Misteri e Magie

Ho smontato il mio home studio e non vedo l’ora di rimontarlo. Nel farlo, seguirò alcune regole che sembrano al limite del paranormale, ma…. perché no? Le condivido con voi.

1) Anche se le prese elettriche – italiane o schuko – sono simmetriche, l’elettricità ha una fase. Quindi: colleghiamo ogni apparecchio alla presa, ascoltiamolo, invertiamo la presa e ascoltiamolo ancora. Decidiamo quindi qual è il senso giusto, che per noi sarà quello che produce meno ronzio.

2) Visto che i cavi elettrici generano campo magnetico, anche se schermati, è meglio se facciamo passare i cavi di corrente – anche tutti insieme legati con velcro o fascette – da un lato, e i cavi audio dall’altro. Se non è possibile, meglio farli incrociare che posarli parallelamente. E’ un consiglio da seguire anche quando allestiamo un palco per un service!

3) Qualsiasi circuito genera rumore di massa, anche quello piccolo piccolo all’interno della chitarra elettrica. Il rumore viene eliminato se scarichiamo le masse, ma non sempre è sufficiente che tutti i nostri apparecchi abbiamo la messa a terra. L’ideale per eliminare i ronzii è che le masse scarichino tutte nello stesso punto, quindi – per assurdo – che tutti i nostri strumenti (computer, mixer, tastiere) siano collegati alla stessa presa di corrente. Verifichiamo che la portata dei fili sia corretta: è meglio il ronzio di un incendio!!

4) Budget permettendo, scegliere i cavi audio migliori possibili è il primo passo per un suono migliore. I cavi sono resistenze elettriche, e come tali filtrano la nostra musica. Mi chiedono se la differenza si sente. Sì, purtroppo.

5) Un bel tappeto ci vuole: scalda l’ambiente, riduce le rifrazioni del pavimento migliorando l’ascolto, permette alla vocalist di cantare a piedi nudi, attutisce i rumori di tavoli-sedie-computer-aste-chitarre-che-cadono, e visivamente definisce un’area che psicologicamente dobbiamo vivere come zona protetta dedicata all’arte e alla creatività. E poi arreda, ma attenzione alle candele!

Abracadabra!

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s