Studio

Buffer e Latenza

Image

Quasi tutte le schede audio ci permettono di impostare il valore di Buffer, e in questo mondo cambiare la Latenza del nostro sistema.

La latenza, come sappiamo, è quel fastidioso ritardo tra quando chiediamo al computer di produrre un suono (con uno strumento virtuale o un amplificatore virtuale) e quando il suono viene emesso. In un sistema semi-professionale, una latenza entro dieci millisecondi è perfettamente usabile.

Ma torniamo al buffer: il computer è perfettamente in grado di elaborare l’audio più velocemente del tempo reale, ma preferisce accumulare porzioni di dati, per digerirle tutte in blocco una volta ogni tanto. Il trucco quindi è di imporgli delle porzioni più piccole, da elaborare più frequentemente, riducendo il buffer.

Questa operazione, però, è più faticosa per la CPU e su alcuni computer potrebbe non essere possibile utilizzare i valori più bassi e veloci: il suono esce “pizzicato”. Non è colpa della scheda audio che vi ho venduto io – eh eh – e nemmeno dei driver.

Advertisements